L’impatto dell’emergenza Covid-19 sulle donazioni online in Francia
Confronto del trimestre Marzo – Maggio 2019/2020

In questa analisi di benchmark sono stati messi a confronto i fondi raccolti nei mesi di marzo, aprile e maggio 2019 e 2020 in Francia con l’obiettivo di seguire l’evoluzione delle donazioni online durante la crisi COVID-19 e monitorare la digital transformation che si è generata.

Per il benchmark, realizzato dal team di iRaiser sulla base dei dati presenti sulle piattaforme dei nostri clienti, sono state selezionate 62 organizzazioni non profit francesi che utilizzano la soluzione Payment di iRaiser almeno dal marzo 2019.

La valutazione si limita alla sola Francia per questioni statistiche: per adesso è l’unico paese con un numero tale di clienti attivi che ci permette di fornire un’analisi fondata su una mole di dati considerevole e confrontabile.

L’analisi mostra, come potrete immaginare, un forte aumento delle donazioni online in Francia nei mesi di lockdown (marzo-maggio 2020) rispetto allo stesso periodo dell’anno 2019. È stato riscontrato un brusco rallentamento solo dopo l’11 maggio, data in cui il lockdown è terminato nel paese.

Durante questi due mesi di quarantena, il totale complessivo dei fondi raccolti è stato di oltre 67 milioni di euro. Per capire il valore reale di questa cifra è necessario mettere le cose in prospettiva: questo importo rappresenta più del 43% del totale dei fondi raccolti nel 2019 da tutti i nostri clienti, sulle nostre piattaforme.

Queste cifre sono tanto più notevoli in quanto non comprendono le campagne di emergenza più grandi realizzate in Francia: le numerose donazioni fatte alla Fondation de France, agli ospedali e alle associazioni di ricerca medica con progetti legati all’emergenza Covid-19 (che erano già clienti nel 2019). Sono stati esclusi dall’analisi anche i clienti che non utilizzavano la soluzione di Payment di iRaiser nei mesi di marzo-maggio 2019.

Per quanto riguarda la Francia, quindi, i numeri parlano chiaro: il settore digitale è uscito trionfante da questa crisi senza precedenti e la digitalizzazione ha visto un’accelerazione notevolmente nel Terzo Settore.

Durante i mesi più intensi della pandemia, abbiamo assistito ad un’eccezionale ondata di generosità mai vista prima da tutto il mondo.

Al di là dell’analisi francese sulle nostre piattaforme abbiamo registrato dei numeri da record: i nostri clienti in tutta Europa hanno ricevuto un totale di 900.000 donazioni raccogliendo la straordinaria cifra di 80 milioni di euro per diverse cause.

Questi gesti di solidarietà hanno dato speranza a molti e contribuito a salvare tante vite. Ognuno di noi ha contribuito in qualche modo a combattere questa emergenza globale, e insieme abbiamo scritto una storia di speranza e di unità.

Vogliamo dire grazie a tutti i nostri clienti e a tutte le persone che hanno deciso di sostenerli, contribuendo alla lotta per l’emergenza sanitaria e sostenendo tutte le altre cause che, anche se non direttamente coinvolte nella pandemia, sono rimaste ugualmente importanti.